Nessuna immagine disponibile

    I bombardamenti aerei di Firenze. 1943-1944

     Autore: Massimo Bambagiotti Alberti  Categoria: L'Italia in Guerra, Libri in vendita  Editore: Bambagiotti Alberti  Pubblicato il...: 25 Febbraio 2024  Pagine: 124  Dimensione: A5
     Descrizione:

    Massimo Bambagiotti Alberti, l’autore, pubblica un interessante libro di approfondimento sui bombardamenti di Firenze, cui si uniscono i suoi personali ricordi di guerra legati a quegli eventi. Il ricavato della vendita del libra va completamento al Mugot – Museo Gotica Toscana. Ringraziamo l’autore per la generosità. Gran bel lavoro ! Il libro è disponibile al MuGot di Ponzalla.

    € 10

    Disponibile


    La storia

    Durante la Seconda Guerra Mondiale, Firenze, come molte altre città in Italia e in Europa, subì bombardamenti aerei. Questi bombardamenti furono principalmente condotti dalle forze Alleate nel contesto della loro campagna per liberare l’Italia dall’occupazione nazifascista. I bombardamenti su Firenze iniziarono nel 1943 e continuarono fino al 1944. Ci furono diverse ondate di attacchi, ciascuna con obiettivi specifici, ma tutte causarono notevoli danni alla città e alle sue preziose opere d’arte e architettura. Alcune delle date più significative e i dettagli relativi ai bombardamenti su Firenze sono:

    1. 3 marzo 1943: Questo fu uno dei primi attacchi significativi, quando le forze aeree alleate mirarono alla zona ferroviaria di Firenze. Nonostante l’obiettivo fosse principalmente militare e industriale, i danni si estesero anche alle aree civili.
    2. 25 luglio 1943: Un altro attacco importante che seguì la caduta di Mussolini. In questo periodo, gli attacchi si intensificarono poiché gli Alleati cercavano di esercitare ulteriore pressione sul regime fascista e sui tedeschi in Italia.
    3. 11 novembre 1943: Fu un altro giorno di pesanti bombardamenti, con danni significativi a edifici storici e infrastrutture.
    4. 26 marzo 1944: Questo bombardamento causò la distruzione di parti della storica chiesa di San Lorenzo e danni al mercato di San Lorenzo.
    5. 4 agosto 1944: Gli Alleati effettuarono attacchi aerei su obiettivi tedeschi in ritirata. Firenze stava per essere liberata, e questi bombardamenti furono tra gli ultimi e più intensi.

    Il bilancio complessivo dei bombardamenti fu pesante. Dal 1940 al 1944 Firenze subisce 325 allarmi, 25 attacchi e 7 bombardamenti, con un totale di almeno 700 vittime.

    Oltre ai danni diretti causati dagli attacchi, ci furono gravi perdite di vite umane e danni al patrimonio artistico e architettonico della città. Molte opere d’arte furono evacuate o protette in modo precauzionale, ma non tutto poté essere salvato o preservato dai danni. Dopo la guerra, Firenze si impegnò in un ampio processo di ricostruzione e restauro. Molti dei suoi edifici storici danneggiati furono restaurati, anche se le cicatrici dei bombardamenti rimangono un ricordo tangibile della guerra. Firenze, oggi, è un esempio di resilienza e restauro, mantenendo il suo status come uno dei centri più importanti dell’arte e della cultura mondiale.


     Indietro
    Privacy Preferences

    When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in the form of cookies. Here you can change your Privacy preferences. It is worth noting that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we are able to offer.

    Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
    Click to enable/disable Google Fonts.
    Click to enable/disable Google Maps.
    Click to enable/disable video embeds.
    Il nostro sito utilizza i cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione accetti i cookies.